Layout in farmacia

Layout in farmacia ed espositori

Come fare la corretta esposizione sugli scaffali seguendo un layout coerente

Quando si entra in Farmacia, è importante potersi rendere conto di tutti i prodotti che vengono trattati,

di quali sono le alternative e capire se possono avere ciò che interessa.

In tal caso, proprio il category management  diventa uno strumento che aiuta il cliente

a trovare i prodotti con facilità, dando al farmacista  le possibilità di vendita in cross selling, in modo da aiutare nella scelta.

 

Come costruire le tipologie espositive del layout in farmacia  per poter capire  cosa esporre sugli scaffali:

si possono effettuare delle categorizzazioni come, per esempio,

decidere di esporre in base ai prodotti stagionali,

ma anche impostare l’esposizione in farmacia in base a quelle che sono le varie esigenze del cliente.

Vengono predilette anche le macro aree, come potrebbe essere quella della dermocosmesi, molto in voga al momento.

Optare sempre per l’esposizione verticale è la scelta migliore, questo al fine di garantire una corretta visione di tutti i prodotti in commercio.

layout in farmacia

Esporre sugli scaffali a seconda dei prodotti: i consigli

La farmacia, in Italia, rappresenta uno dei migliori capitali rispetto a tanti altri mercati, per questo è importante rendere la fase di acquisto più semplice.

Non solo, è anche importante l’ambiente circostante, con prodotti di qualità e personale di competenza.

Prima di tutto, al fine di esporre bene, è importante potersi mettere dal lato consumatore.

Rendere leggibile e semplice l’assortimento, aiutando il cliente a capire quali sono i bisogni che la farmacia dovrà soddisfare.

In secondo, è importante cercare di riuscire a massimizzare la redditività di tutti i prodotti esposti,

facendo in modo di esporre in primo piano il prodotto maggiormente venduto.

Capire cosa esporre e come farlo

Per cominciare ad esporre, sarà importante capire molte cose, ecco quali sono le due più importanti:

  • Il layout

    quindi quella che è la disposizione delle stesse strutture espositive, poste all’interno del punto vendita, devono essere ideate in modo che vadano a formare delle aggregazioni logiche di diverse categorie della merce;

  • Il display

    quindi l’esposizione dei vari prodotti singoli, che sono posti all’interno delle categorie della merce individuate.

Mai esporre senza una logica e senza prima aver seguito layout e display. Per cui, si possono seguire tali linee guida:

  • Decidere quale sarà la superficie di esposizione al pubblico, in base ai metri lineari sviluppati;
  • Dare il giusto spazio espositivo per ogni categoria di merce, in base alle rotazioni, al fatturato, a quello che è importante ed e al valore distintivo;
  • Capire il flusso della clientela, quindi il percorso che faranno dall’ingresso al banco;
  • Capire, in base alle categorie singole, quali prodotti esporre, tenendo di conto le loro rotazioni, il valore e il posizionamento della farmacia;
  • Considerare lo spazio di esposizione, quindi il facing, ovvero il numero delle facciate frontali del prodotto, tenendo a mente che il numero di facing cambia in merito a rotazioni e marginalità;
  • Decidere l’altezza di ogni prodotto, dato che non tutti gli scaffali avranno le medesime rotazioni.

 

layout in farmacia

 

 

 

 

 

       Il display, è la parte più importante,

e non deve ricadere nel disordine più totale.

Ecco che diventa fondamentale individuare e studiare

quali sono gli impatti sulle vendite

e andare a modificare proprio il display,

fino ad arrivare alla giusta esposizione .

Leave a Reply